Alcuni consigli per un matrimonio all'aperto

Alcuni consigli per un matrimonio all'aperto

Alcuni consigli per un matrimonio all'aperto

Lo ammetto, sono una grande fan dei matrimoni “open air”. Penso che non ci sia niente di più bello di una lunga tavolata in mezzo a un prato, sotto un reticolo di luminarie e cielo stellato. Naturalmente, però, ci sono tanti pro e contro. Ecco quindi che ho pensato di stilare una bella lista di consigli per le mie coppie, perché sì, va bene sognare, ma bisogna anche tenere i piedi per terra.
1. Scegliete una DATA in cui le probabilità di bel tempo siano maggiori, meglio quindi nei mesi fra giugno a settembre. Valutate bene l’esposizione al sole e i giochi di luce per evitare che gli invitati stiano sotto il sole a picco o siano troppo all’ombra.
2. In Italia il matrimonio civile NON si può celebrare in un luogo che non sia casa comunale, sappiate quindi che il matrimonio vero dovrà essere celebrato prima/dopo e che questo sarà solamente un MATRIMONIO SIMBOLICO, con i suoi pro e contro.
3. Nel momento in cui individuate il luogo in cui vi piacerebbe sposarvi informatevi sulla PROPRIETA’. Se è un terreno pubblico chiedete gli eventuali permessi/tasse al comune, se è privato mettetevi in contatto con la proprietà e specificate tutte le vostre necessità. Non stupitevi o abbattetevi se vi sarà negato l’accesso: l’organizzazione di un matrimonio prevede un bel viavai e non tutti sono disponibili.
4. Potete scegliere di celebrare all’aperto solo la CERIMONIA o di fare tutto il RICEVIMENTO: naturalmente le due possibilità richiedono un impegno logistico ed economico molto diverso. Valutate bene tutti gli aspetti.
5. Tenete conto che l’organizzazione di un matrimonio all’aperto è più costosa di quella di un matrimonio in una location tradizionale. In genere il BUDGET può aumentare dal 30% al 50%.
6. Programmate SEMPRE un PIANO B a prova di bomba. Se pensate di non appoggiarvi a nessun ristorante/struttura fissa, dovrete per forza di cose noleggiare una tensostruttura e tutti gli allestimenti.
7. Considerate il fatto che quel giorno potrebbe esserci BRUTTO TEMPO. Quando piove purtroppo “l’immagine ideale” del matrimonio che si è costruita da mesi nel vostro immaginario viene “rovinata”. Dovete essere pronti ad accettare questa cosa. Se l’ansia del meteo è troppo forte valutate un’alternativa in una location tradizionale.
8. Informate bene i vostri INVITATI delle condizioni logistiche/meterologiche. Devono sapere come vestirsi e devono accettare il fatto che ci possano essere dei piccoli disagi dovuti a un eventuale maltempo.
9. Nel momento in cui scegliete il luogo considerate bene gli ACCESSI e la LOGISTICA (accesso carraio, larghezza strada, posto per parcheggiare, disponibilità di servizi igienici, ecc). Oggi (quasi) tutto è possibile ma ha un costo: più sono complicate le cose più il costo aumenta.
10. Il matrimonio all’aperto ideale è un matrimonio INTIMO con pochi invitati. Il numero ideale sarebbe 30/50 persone. Più sono gli invitati più si complica la logistica e aumentano i costi.
11. Se ci tenete veramente non rinunciata al vostro sogno: fatevi AFFIANCARE da una persona con esperienza che vi sappia consigliare e chi vi aiuti a pianificare il vostro budget in modo di non dover rinunciare all’essenziale.